PRONTO ESTATE BLOG

Le antiche tradizioni in cucina della Calabria natalizia

Curuji: impasta, friggi e gusta!

La cucina tradizionale natalizia in calabria

Tra le tantissime tradizioni culinarie in Calabria, nel periodo di Natale si è soliti preparare quelli che nella zona della Costa degli Dei vengono chiamati Curuji, si tratta di ciambelle fritte e sono uno spettacolo, specialmente se servite calde. A tavola vengono serviti generalmente come antipasto, anche al posto del pane da accompagnare a salumi, formaggi o altri prodotti tipici. In altri casi, nella sua variante con le patate, vengono anche impanati ancora caldi nello zucchero semolato, diventando soffici ciambelle dolci per una merenda perfetta.

Partendo dalla classica forma a ciambella, si realizzano con lo stesso procedimento per impastare il pane o la pizza, si "filano" stendendo la pasta e si mettono a friggere un po' alla volta nell'olio bollente, mentre vi è la variate con l'aggiunta di patate lesse e schiacciate, per renderli più morbidi e ancora più gustosi.

Gli ingredienti di base sono pochi e semplici: Acqua, farina, sale e lievito.

La ricetta è antichissima, forse risalente addirittura al Medioevo, si tramanda oralmente di generazione in generazione e un tempo venivano fritti in una padella a fondo largo, con tanto olio o strutto e messe sul fuoco di un braciere o in un forno a legna. Generalmente preparati e cosumati dalla vigilia di Natale in poi, talvolta si iniziano a fare l'8 Dicembre, giorno che sancisce l'inizio delle festività natalizie.

Ogni zona della Calabria ha il proprio nome (come Cururicchi, Curudi i patati, Crespelle, Cuddrurieddri o Cullurielli) e la propria variante che può essere a forma di ciambella con o senza patate, intrecciati a forma di otto oppure di bretzel, che nella tradizione è una forma ritenuta benaugurante e portatrice di felicità. Un'altra variante è la forma piena e tonda (che spesso vengono distinti da i Curuji con il nome di Zippuli) ripieni di acciughe o baccalà, oppure salumi o miele e uvetta, che si aggiungono, tra le tante ricette, ai dolcetti glassati Lumini e Sussumelle o anche dette Pitte di San Martino, le paste di mandorla, torroncini con mandorle tostate e caramello, i Turdilli nella provincia di Cosenza e tante, tantissime altre.

 

Ad ogni modo, qualunque sia la loro forma o il loro contenuto, i Curuji rimangono una delizia per gli occhi e per il palato, discendenti della tradizione popolare vedono ogni volta nonni, genitori e figli uniti nel preparare insieme questa prelibatezza Made in Calabria.

 

  - Domenico Rizzo

 

Pronto ESTATE Social


    

Condividi su
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Sfoglia online l'Edizione 2021 di Pronto Estate
HAI UNA STRUTTURA E VUOI COMPARIRE QUI SU PRONTOESTATE? CONTATTA UN NOSTRO AGENTE