PRONTO ESTATE BLOG

L’olio divino della Costa degli Dei

La Dea tra gli Dei: l'oliva Ottobratica di Limbadi

olio ottobratico costa degli Dei

In una piccola zona della Calabria, sulla Costa degli Dei, nella variopinta provincia di Vibo Valentia, nasce un olio unico nel suo genere.

Ci troviamo a Limbadi, alle pendici del Monte Poro, che come un grande balcone si affaccia sul blu del mar Tirreno, sulle Isole Eolie e sul resto della costa. Nel triangolo geografico che comprende Joppolo, Limbadi e Rombiolo vi sono ettari di ulivi secolari. Accarezzato dalla brezza marina e baciato dal sole, in un microclima perfetto, privo di umidità, fruttifica rigoglioso l’ulivo Ottobratico, con i cui frutti si produce un olio antico, detto anche olio monocultivar (poiché realizzato con un solo tipo di olive).

 

L’olio Ottobratico è particolare, dalle contrastanti proprietà organolettiche, dolce e amaro allo stesso tempo. Le olive vengono raccolte direttamente dall’albero e spremute rigorosamente a freddo (tra i 22 e 25 gradi): il risultato è un olio il cui colore opaco e velato, dalle sfumature dorate, offre un gusto fresco, dalle note erbacee e mandorlate, grazie alle proprietà del nocciolo, accompagnato da una piccantezza naturale che deriva dalle proprietà del terreno. Come dicevamo, il suo gusto è anche frutto della posizione nella quale nascono e crescono gli ulivi.

 

L’oliva Ottobratica, una Dea dal sapore deciso deve il suo nome, anch’esso antico, al mese di maturazione: ottobre.

Rilassata, regina nel suo regno ideale, nasce in questo lembo di terra in tempi antichissimi, la cui produzione si era persa, ma che le nuove generazioni hanno ben saputo recuperare, prendendo esempio da quelle passate che ne portavano alto il buon nome.

 

È proprio qui che negli anni ’60 - ’80 del novecento, molti studiosi in visita decretarono la nascita della famosa e benefica dieta Mediterranea, di cui l’olio fa parte.

Oltre al magnifico e caratteristico Ottobratico, vi è anche l’olio denominato Cicerello, anch’esso monocultivar, dal sapore più delicato e la cui raccolta anticamente era tardiva e avveniva tra marzo e giugno.

Dall’unione tra l’Ottobratica e le olive del Cicerello nasce un olio Extravergine d’oliva dal sapore sorprendente, un olio che riesce a racchiudere la storia, la passione, la leggenda e la natura.

 

Molti studi sono stati fatti sull’olio, che può essere assaggiato da solo sul pane appena sfornato, su una bruschetta con pomodori e Cipolla rossa di Tropea IGP, in una bella insalatona o addirittura sulla pasta. Dagli studi è emerso che possiede una rilevante quantità di vitamina E, aiuta a combattere il colesterolo, a prevenire il cancro, garantisce una mente elastica e regola e potenzia il metabolismo, proteggendo le arterie e prevenendo infarti e malattie cardiovascolari.

Inoltre è cosa nota che l’olio, sin dall’antichità era riconosciuto come un tesoro prezioso, tanto da venire utilizzato per la cosmesi e per rigenerare e rinvigorire la pelle.

 

Una terra magica, le cui tradizioni affondano le radici nella Magna Grecia, come si evince anche dal nome della Costa degli Dei, che offre numerosi spunti per vivere grandi avventure esperienziali a contatto con la natura e con il suo sapore antico e deciso.

 

Pertanto suggeriamo di visitare i vari frantoi di Limbadi, come l’Azienda Agricola Santa Croce e il Frantoio Mafrica, che qui hanno ridato vita a vecchie tradizioni che sembravano essere scomparse ma che sono state ritrovate e riportate in auge.

Benvenuti nella terra degli Dei, pronti per una divina e gustosa Calabria Travel Experience?

Condividi su
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Sfoglia online le versioni cartacee di Pronto Estate
HAI UNA STRUTTURA E VUOI COMPARIRE QUI SU PRONTOESTATE? CONTATTA UN NOSTRO AGENTE